Click here to automatically translate this site in English language via Google



ROMA 24 GENNAIO 2017

Ricordiamo che dopodomani Giovedi 26 gennaio il Consiglio di Stato terrà l'udienza per il ricorso, presentato da un gruppo di cittadini del Comitato Villa Blanc e dall'Associazione Italia Nostra, contro la sentenza del TAR del 27/11/2013, che, respingendo il primo ricorso degli stessi interpellanti, affermava la liceità dell'iniquo permesso a costruire concesso dalla Giunta Alemanno alla Università LUISS nel 2011, in spregio della destinazione a Verde pubblico e servizi pubblici locali di tutto il complesso, stabilita dal Piano Regolatore del 2008 e tuttora vigente.
La discussione del nostro ricorso dovrebbe avvenire attorno alle 13.

CON PIENA FIDUCIA NEI NUOVI GIUDICI CONTINUIAMO LA NOSTRA BATTAGLIA!

I NOSTRI AVVOCATI SONO LUCIANO DI PASQUALE E GIUSEPPE LOMASTRO.




FINALMENTE LA STAMPA HA

 DATO SPAZIO ALLA BATTAGLIA

 DEI CITTADINI


Dopo un silenzio assordante proseguito negli ultimi anni nonostante tutti i nostri tentativi di rompere l'atteggiamento altezzoso di molti giornali, che si può riassumere secondo la nota istruzione che si leggeva un tempo sui tram " non disturbate il manovratore" finalmente

per primo il Corriere della Sera
nella Cronaca di Roma del 14 gennaio u.s.
,
con un articolo  a firma della giornalista Maria Egizia Fiaschetti

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/17_gennaio_14/apre-luiss-business-school-villa-blanc-divampa-scontro-a9a29540-d9c6-11e6-9668-96e09f069892.shtml

e poi
Roma Today
in data odierna 24 gennaio
con un articolo della giornalista Ylenia Sina

http://nomentano.romatoday.it/
nomentano/villa-blanc-universita-luiss-proteste-cittadini.html


hanno ascoltato e pubblicato le ragioni della battaglia che dura da oltre 40 anni per la fruizione pubblica di Villa Blanc, per cui si sono impegnate illustri personalità della cultura, della architettura e del diritto, da ANTONIO CEDERNA a PAOLO PORTOGHESI, VITTORIO EMILIANI E PAOLO MADDALENA.

UN GRAZIE MOLTO SENTITO ALLA DIREZIONE DEI DUE GIORNALI E SOPRATUTTO GRAZIE E COMPLIMENTI ALLE VALOROSE GIORNALISTE PER LA LORO INIZIATIVA E LA LORO PROFESSIONALITA!


Comitato Villa Blanc
Il Presidente
Adolfo Rinaldi






               ROMA 8 GENNAIO 2017

Dall'ultima comunicazione di Giugno abbiamo taciuto per difficoltà mie personali ad aggiornare il sito. Ma non abbiamo cessato di batterci per salvare l'integrità del complesso di villa Blanc e la sua fruizione pubblica, definita nel PRG del 1974 e ribadita,  in quello del 2008
, grazie alle lotte di noi cittadini.

Abbiamo seguito in particolare la sistemazione del parco, battendoci per quanto possibile perché venissero salvati gli alberi e la fauna- che avrebbero essere dovuti essere salvaguardati dal vincolo di area boscata-, non venisse diviso in due, venissero eliminati i parcheggi e sopratutto venisse aperto ai cittadininella sua integrità.

Diciamo subito che per il primo punto, tutte le autorizzazioni rilasciate da Sovrintendenza e Regione (che riportiamo appresso ) hanno solo prodotto lo scempio che vedete documentato nelle foto che seguono. La fauna naturalmente è fuggita per la distruzione dell'ambiente naturale.

Sul punto della divisione interna della villa con un muro o cancellata le Autorità che avrebbero dovuto tutelare l'integrità del complesso come un unicum architettura + paesaggio, secondo i vincoli di legge, non hanno voluto vietarlo, come era apparso l'orientamento iniziale del responsabile del progetto  della Direzione Ambiente della Regione, fatto rientrare per ordini superiori ( vedi appresso).
Noi, le migliaia di cittadini che hanno firmato le nostre petizioni negli ultimi anni, insieme a illustri architetti e urbanisti, lo consideriamo  uno sfregio insanabile e continueremo a batterci con tutte le forze per evitarlo. Nessuna Università al mondo divide il campus, lottizzandolo con recinzioni interne.

Sul punto dei parcheggi nonostante la Direzione Ambiente dellaa Regione parli di trasformazione in aree di sosta,  temiamo che si tratti solo di un cambio di nome, in particolare per il parcheggio maggiore su Via Marliano.

MA QUELLO CHE CI INTERESSA SOPRATUTTO E' L'APERTURA DI TUTTO IL PARCO AI CITTADINI.
MENTRE ASPETTIAMO L'UDIENZA DEL CONSIGLIO DI STATO IL 26 GENNAIO, DOBBIAMO REGISTRARE FINORA L'ASSENZA DEL COMUNE CHE NON E' INTERVENUTO SINO AD OGGI IN ALCUN MODO PER TUTELARE GLI INTERESSI DEI CITTADINI, NONOSTANTE I NOSTRI CONTATTI CON L'ASSESSORE ALL'URBANISTICA PAOLO BERDINI E QUELLO AL BILANCIO ANDREA MAZZILLO, A PARTIRE DA SETTEMBRE.
ABBIAMO SCRITTO ALLA SINDACA LA LETTERA CHE RIPORTIAMO APPRESSO PERCHE' CONSIDERI L'ESPROPRIO DEL PARCO AL FINE DI GARANTIRNE L'ACCESSO AL PUBBLICO SECONDO L'ORARIO DELLE VILLE COMUNALI.

NON DAREMO PACE ALLA ATTUALE GIUNTA FINCHE' NON VORRA' ASCOLTARE I CITTADINI ED INTERVENIRE CONCRETAMENTE PER RISOLVERE IL PROBLEMA IN MANIERA EQUA, RISPETTANDO GLI IMPEGNI PRESI IN TEMPO DI ELEZIONI E LE POSIZIONI MANIFESTATE IN NOSTRO APPOGGIO SOTTO LA PRECEDENTE AMMINISTRAZIONE.


Domani la LUISS inizia l'attività a Villa Blanc. Ma, come diciamo nel volantino che stiamo affigendo alle vostre porte e che accludo,

LA BATTAGLIA PER VILLA BLANC CONTINUA. CONTINUATE AD APPOGGIARCI!!

Comitato Villa Blanc
Il Presidente
Adolfo Rinaldi

 





MANIFESTO PER AVVIO ATTIVITA' LUISS

Comitato Villa Blanc

c/o Studio Ortolani – Via G. Gatteschi, 32 – 00162 Roma




Dopo aver distrutto nelle ultime settimane gran parte dell'ambiente boscato del parco, La LUISS inizia la sua attività a Villa Blanc lunedi 9 gennaio 2017.

Nonostante la destinazione a verde pubblico e servizi pubblici locali definita dal Nuovo Piano Regolatore Generale (NPRG) di Roma per la Villa, i cittadini resteranno fuori e non potranno usufruire del patrimonio a loro destinato

Come già richiesto dalle mozioni votate all'unanimità dal Consiglio Municipale e da quello Capitolino

I CITTADINI RIAFFERMANO CHE:

IL COMPLESSO DI VILLA BLANC NON E' DI POCHI ELETTI MA- SECONDO LA LEGGE - DI TUTTA LA COMUNITA', ROMANA E NAZIONALE, CHE SE LO E' CONQUISTATO CON LE SUE BATTAGLIE SOTTRAENDOLO ALLA SPECULAZIONE

L'ACCESSO LIBERO DEI CITTADINI A TUTTO IL PARCO DEVE ESSERE GARANTITO COME AVVIENE IN TUTTE LE ALTRE UNIVERSITA' PUBBLICHE E PRIVATE IN ITALIA E NEL MONDO

E CHIEDONO CHE

PER GARANTIRE TALE ACCESSO IL COMUNE AVVII SUBITO L'ESPROPRIO DEL PARCO SECONDO LA DESTINAZIONE DEL NPRG.


LA BATTAGLIA PER VILLA BLANC CONTINUA

MOBILITIAMOCI TUTTI PER DIFENDERE I NOSTRI DIRITTI .

METTETEVI IN CONTATTO CON IL COMITATO PER PARTECIPARE ALLE PROSSIME INIZIATIVE:

Comitato Villa Blanc

Cell. 3487840528

www.comitatovillablanc.org

info@comitatovillablanc.org

salviamovillablanc

Roma 5 gennaio 2017


IMPEGNI DEI POLITICI E RICHIESTA AL

 COMUNE PER AVVIO DELL'ESPROPRIO

 DEL PARCO







REALIZZAZIONE DEL PROGETTO LUISS

SUL PARCO (GIUGNO - DICEMBRE 2016)

Dopo il parere della Soprintendenza dell'ottobre 2015 il progetto - riportato in precedenza - il progetto è passato all'esame della Regione Lazio nel 2016.

INCONTRO DEL COMITATO CON DELLA DIREZIONE AMBIENTE E FORESTE (Giugno 2016)

Abbiamo incontrato lo scorso giugno, l'area Ambiente e Foreste, con il Direttore Vito Consoli e il responsabile del progetto per la parte forestale, Dott. Giuseppe Puddu.

Abbiamo richiesto che venisse rispettato il vincolo boscato esistente sull'area e espresso tutta la nostra opposizione alla realizzazione dei parcheggi interni nonché alla divisione del parco in due con un muro o recinzione interna fra area universitaria e area giochi/parcheggio su Via Marliano.
In quella occasione abbiamo ricevuto assicurazioni dal Dott Puddu che il parere da trasmettere alla Direzione Urbanistica della Regione per l'autorizzazione finale avrebbe rispettato il vincolo boscato nonché espresso parere contrario alla divisione del parco in due e raccomandato l'eliminazione dei parcheggi interni .

Purtroppo nell'accluso testo finale della raccomandazione- ottenuto dalla Consigliera Regionale Cristiana Avenali -  non si fa cenno della opposizione alla divisione del parco in due e il Dott. Puddu ci ha in seguito comunicato in merito che non era stata inserita per il giudizio di mancanza di competenza dell'Area da parte del Direttore dell'AreaAmbiente. Si esprimono direttive circa gli interventi da realizzare sulla vegetazione, la trasformazione delle aree di parcheggio in aree di sosta (?)e, a quanto sembrerebbe, un parere contrario alla realizzazione del parcheggio principale sull'Area adiacente a Via Marliano, che dovrebbe essere invece oggetto di un adeguato progetto di miglioramento forestale